Season 4 week 5 – Kamel GT

Settimana trascorsa sul circuito americano di Watskin Glen per il quarto appuntamento del Kamel GT che vede la partecipazione del nostro pilota Franco Scuri con l’ Audi 90 GTO IMSA. Ottimo l’esordio nella prima gara con un secondo posto: una buona qualifica porta in seconda posizione al via Franco ma, alla partenza, si fa superare da Lehtieniemi che protegge il suo compagno Eskola. Dopo una battaglia nei primi giri con i due “finlandesi volanti, Franco decide di rompere gli indugi e si prende il secondo posto con un ritmo molto alto che lo porterà ad avere un vantaggio sufficiente per aggiudicarsi il podio. Nulla ha potuto contro Leskola che una volta preso il vantaggio iniziale non si è fatto più riprendere.

Nella gara della diretta GSRC, dopo le qualifiche è la sesta posizione in griglia che va ad occupare al via. La partenza è molto caotica e anche questa volta Franco si fa sorprendere e mettendo le ruote sull’erba perde qualche posizione e si mette in lotta con Reid Miller per la settima piazza. Al 17 giro succede quello che non dovrebbe succedere: una Nissan di un esordiente tocca la GTO di Pavlowski, che si trovava in quinta posizione, nella curva dopo il lungo rettilineo e si gira mettendo fuori gara il pilota ungherese. Nel cercare di riprendere la pista non si accorge che Franco stava arrivando e nonostante il disperato tentativo di evitarlo quello che succede è inevitabile: contatto e macchina danneggiata, velocità di punta ridotta e con il lungo rettilineo sarà difficile, nonostante il discreto vantaggio sul gruppo, mantenere la posizione. Franco riesce a lottare e fino all’ultimo giro tiene la ottava posizione ma proprio alle ultime curve, cercando di contrastare lo spagnolo Miguel A. Alcade, blocca le gomme in frenata e colpisce lo spagnolo che era all’esterno. Franco riparte prima dello spagnolo ma con sportività lo lascia passare prima del traguardo terminando in decima posizione.

Prossimo appuntamento a Mid Ohio (USA) per la sesta gara del Kamel GT

incidente tra Pavlowski e Furcon

Lascia un commento