24H del Nürburgring – Foto del Team for Fun

Alcuni nostri piloti hanno partecipato alla 24H del Ring con spirito fun ma non per questo meno combattivo. Ad un certo punto erano anche arrivati ad occupare la P2 nel loro stint quando sono stati buttati fuori da una GT3 troppo aggressiva. A questi nostri piloti va comunque il merito di aver portato a termine la gara a ridosso delle prime posizioni arrivando alla undicesima posizione di classe. I loro nomi? Ivo e Francesco Andreini, Roberto Pasquero, Jacopo Cigoli, Angelo De Cillis e Enrico Mongardi!

24H Nürburgring – dopogara

Il nostro pilota Aldo Massa ha partecipato alla 24 ore del Nürburgring collaborando con il Team tedesco MPS Phoenix Racing 69, formando l’equipaggio Massa, Muià, Birkiye, Thiebe, questi ultimi due in possesso di licenza Pro, al volante della Porsche 991 GT3 Cup .Ottima la qualifica culminata con la P1 che li ha portati a diventare i favoriti della gara. Purtroppo il Ring è l’unico circuito al mondo dove non si può dare per scontato niente e fino all’ultimo minuto tutto può accadere, specie in una gara di ventiquattro ore! E questo è accaduto, quando proprio i due Pro hanno avuto degli incidenti che sono costati ben più di 40 minuti forzati ai box per le riparazioni e che alla fine hanno fatto la differenza. Risultato finale un 5 posto che dopo le riparazioni sembrava un sogno ma che grazie al nostro pilota Massa, è stata agguantata con degli stint finali da vero campione. Basta pensare che il suo giro veloce, 8’27″034, è stato fatto al terzultimo giro con la macchina riparata ma non certamente veloce come in partenza, mentre il best del suo compagno Thiebe è stato di 8’24″861 fatto al quinto giro della gara. 8’29″541 il best per Birkiye e 8’29″738 per Muià. Quello di Thiebe è stato il giro veloce in gara tra tutti i partecipanti e questo può far capire quali erano le aspettative del Team. Rimane comunque la soddisfazione di aver terminato la gara in una buona posizione nonostante tutto.

24h Nurburgring Nordschleife 2017 – Team Porsche

Un anno è passato e il ProDriveShop Team ritorna al Nürburgring per mettersi alla prova in una delle più faticose, se non la più faticosa, gare di endurance del motorsport mondiale, la 24 ore del Ring! Del Team Prodrive che ha portato in gara la Audi R8 LMS vi ha già parlato Jacopo con il loro magnifico secondo posto assoluto nel terzo split, gara che sembrava dominata fino al fatidico incidente con un doppiato che ha fatto perdere loro la prima posizione e le chances di vittoria.

Il Team Prodrive composto da Ivo Andreini, Francesco Andreini, Angelo De Cillis, Franco Scuri e Fabrizio Spinoso, avevano il compito di portare la nuova Porsche 991 GT3 Cup. Purtroppo un grave lutto ha colpito da molto vicino un membro del nostro equipaggio e parte della gioia e felicità data dal correre in questo splendido circuito è stata messa da parte per stare vicino con il pensiero al nostro Fabrizio.

 

Al via la nostra posizione era la 44ma su 59 partenti (con 37 auto nella classe dedicata alla Porsche), con tutte le altre GT3 davanti e uno stuolo di agguerriti piloti di Porsche Cup tutti intorno. Il primo stint è stato iniziato da Franco Scuri che si è accollato il gravoso compito (ma anche il più bello) della partenza. Grazie alla esperienza maturata in anni di gare sul simulatore, la Porsche numero 991 del Team è riuscita a passare indenne la temibile prima curva che taglia parte del circuito GP ed ad evitare gli incidenti della partenza. Nel primo giro si passa dalla 44ma alla 38ma posizione grazie ad alcuni sorpassi e alle disgrazie altrui. I primi giri sono tremendi con tutte le auto a pochi decimi una dall’altra lungo il tortuoso tracciato del Nordschleife, quando alla Adenauer un incidente di cinque auto provoca un piccolo intervallo tra il primo gruppetto e gli inseguitori.  Vediamo l’accaduto nel filmato:

Per cercare di recuperare il gruppetto dei primi, Franco cerca di insistere nel passo, siamo in 34ma posizione, e si avvicina ma, tutta la sua esperienza non lo salva da un incidente al Pflanzgarten dove una Porsche si intraversa occupando tutta la corsia e, pur cercando di passare tra l’auto e il guardrail, lo scontro è inevitabile.

Per fortuna si riesce a portare la 991 fino ai pit dove i meccanici compiono un miracolo e la rimettono in pista, a due giri dal gruppo di testa e in 53ma posizione…

Franco lascia la guida dopo undici tornate a Francesco che con Angelo si danno il cambio ogni stint dopo rifornimento e gomme, cominciando a recuperare posizioni su posizioni. Entra anche Ivo in azione e decidono di adottare la tattica del fuel saving per fare un giro in più rispetto alle altre auto. La tattica sembra premiare e nelle prime ore recuperiamo altre posizioni fino alla 26ma… inizia la parte più dura, la notte! La comincia Angelo che con la stessa tattica e forza guadagna altre posizioni. Nella lotta di nervi con gli altri piloti Angelo conquista altre posizioni e quando si ferma per il cambio siamo 22mi. Entra di nuovo in azione Franco che ha potuto riposare qualche ora, cambio di strategia e si va cercando di abbassare i distacchi con quelli davanti. Doppio stint e si recuperano altre 3 posizioni, ora 19mi assoluti, 15 di classe. Nuovo cambio con Angelo ormai a metà gara, un recupero fantastico in queste prime 12 ore…alla 94 tornata Angelo cede il volante per andare a prendersi un meritato riposo, c’è bisogno di lui per la parte finale. Franco riparte in 18ma posizione assoluta e 14 di classe, ritorna a vedere la luce… nel giro di due stint riporta la 991 al 11mo posto assoluto e settimo di classe. L’alba è ormai passata, il profumo di caffè e cornetti si sentono nei bar delle persone che si sono appena alzate in questa domenica di aprile. L’ultimo giro Franco lo fa pensando a Fabrizio e gli dedica i due sorpassi alle GT3 che fa prima di rientrare ai pit lasciando il volante a Francesco. Senza cedere il passo Francesco pesta il piede e nel suo secondo stint stampa il giro veloce del Team in 8.35.935 e quindi lascia la Porsche a Ivo per un altro stint, siamo al 129 giro! La posizione è rimasta stabile, non ci sono sbagli e tutto funziona alla perfezione, è ora che Angelo, riposato, faccia la sua parte. Si vede il traguardo lontano, mancano poche ore alla fine di questa 24 ore veramente combattuta. I rifornimenti e il cambio gomme servono per gli ultimi turni di guida… ma ecco la sorpresa, il pilota del Team Playing Ducks Racing va a sbattere e deve fermarsi ai box, noi recuperiamo una posizione e siamo nei primi 10 assoluti e sesti di classe, cosa assolutamente impensabile da credere dopo l’incidente al terzo giro. È il 153 giro, sale Angelo sulla Porsche per finire la gara, tutto in tranquillità, senza sbavature. Al nostro 159 giro ecco la bandiera a scacchi: decimi assoluti e sesti di classe! I burnout alla Mercedes Arena sono lo sfogo dei piloti dopo questa massacrante gara.

I nostri quattro piloti hanno fatto una gara magistrale e probabilmente, senza l’incidente iniziale, si sarebbe potuto pensare al podio ma queste sono le gare. Un ringraziamento particolare ai nostri sponsor ProDriveShop, Colver Srl, Bros Print per il supporto dato in tutta la stagione e alle gare a venire.

Non ultimo ancora un pensiero per Fabrizio, ti siamo vicini!